UCCELLI LIVE

MUSICA
Benvenuti sul nuovo BOXOL.IT
UCCELLI LIVE

UCCELLI è la fantasia apocalittica di Davide Panizza e Niccolò Di Gregorio (aka Pop X) con Gioacchino Turù, nel progetto più astratto e avant garde della loro carriera: un sogno, forse un incubo, la rappresentazione di pulsioni remote, ancestrali, invincibili. Colori slavati o lividi, silenzi allarmanti o suoni inauditi, a base di improvvisazioni e sperimentazioni elettroniche che sconfinano nella techno e nella trance. Davide Panizza ha studiato musica elettronica e multimedia presso il Conservatorio G. Verdi di Milano sotto la guida del pioniere Riccardo Sinigaglia, approfondendo il rapporto tra suono e immagine. Dal 2011 al 2012 è stato exchange student al Dipartimento di Music Technology presso la Sibelius Academy di Helsinki, durante quest’anno ha approfondito e praticato l’arte dell’improvvisazione e della performance insieme al leggendario attivista giapponese Shinji Kanki (silakka.fi/). Ha concluso i suoi studi nel 2014 sotto la guida del pioniere Mauro Graziani. Attualmente insegna Tecnologie Musicali al Liceo Musicale di Riva del Garda e Trento. Gioacchino Turù è un artista poliedrico e dalle molteplici personalità. Quando canta e suona è Gioacchino Turù; quando filma e performa è Giacomo Laser; quando produce contenuti in veste di mercenario è Christian Parigi. Niccolò Di Gregorio, battezzato al sacro ritmo delle congas, prosegue i suoi studi in Musica Elettronica presso il Conservatorio Rossini di Pesaro. Specializzatosi in sound design, diventa ingegnere del suono e compositore. I suoi lavori esplorano le forme di una techno sperimentale, idilliaca e dionisiaca. Video Body Sharing: https://www.youtube.com/watch?v=Fwg8WGfOaPM Guarda estratto live: https://goo.gl/qQW69U Guarda estratto live: https://goo.gl/Nrtus8 Guarda estratto live: https://goo.gl/o9iG3j Facebook: https://www.facebook.com/Uccelli-377260079064688/ I BIGLIETTI SU QUESTO SITO SONO ACQUISTABILI FINO ALLE ORE 19.30 DEL GIORNO DELL'EVENTO

www.rockit.it/news/video-uccelli-anteprima