GIAN PAOLO PELOSO VIOLINO - BRUNO CANINO PIANOFORTE

MUSICA
Benvenuti sul nuovo BOXOL.IT
GIAN PAOLO PELOSO VIOLINO - BRUNO CANINO PIANOFORTE

Associazione Mozart Italia SETTIMANA MOZARTIANA Rovereto 19-22 settembre, con un’anteprima il 14 settembre allo Zandonai. “Mozart e Salieri” è il leitmotiv che accompagna la Settimana Mozartiana 2019 (Rovereto, 19-22 settembre. Alla sua 28a edizione, la manifestazione conferma il suo carattere originale e il suo prestigio internazionale, quale vetrina d’eccellenza per grandi artisti e per giovani talenti emergenti. Giovedì 19 settembre-ore 20.45 Rovereto, Teatro Zandonai “OMAGGIO AL M°PAOLO PELOSO” Con GIAN PAOLO PELOSO, violino e BRUNO CANINO, pianoforte Programma LUDWIG VAN BEETHOVEN (1770-1827) Sonata per violino e pianoforte n. 1 in Re Maggiore, op. 12 - Dedicata ad Antonio Salieri GABRIEL FAURÉ (1845-1924) Sonata per violino e pianoforte n. 2 in mi minore op. 108 Sonata per violino e pianoforte n. 1 in La Maggiore op. 13 *** BIGLIETTI € 10.00 – biglietto unico I biglietti si possono acquistare in tutte le Casse Rurali, on line sul sito PrimiallaPrima / al Teatro, un’ora prima dell’inizio del concerto *** OMAGGIO AL M° PAOLO PELOSO L’AMI e il Comune di Rovereto festeggiare con questo commovente concerto e con l’abbraccio di tutta la città, un concittadino che è stato uno fra i più brillanti e apprezzati maestri della sua generazione. I BIGLIETTI SU QUESTO SITO SONO ACQUISTABILI FINO ALLE ORE 19.30 DEL GIORNO DELL'EVENTO

www.mozartitalia.org/it/

Il direttore d’orchestra M° PAOLO PELOSO ha compiuto gli studi classici e musicali a Genova, diplomandosi brillantemente in pianoforte ed organo al Conservatorio “Paganini”. Quindi ha frequentato, ottenendo una menzione speciale, i corsi di direzione d’orchestra all’Accademia Chigiana di Siena. Al Teatro dell’Opera di Genova, dove ha diretto numerosi concerti e spettacoli lirici, per molti anni è stato invitato anche per la direzione del prestigioso Concorso Internazionale di Violino “Premio Paganini”. Oltre che direttore stabile alla Scala di Milano, dove ha diretto balletti e opere liriche, ha diretto le orchestre della RAI di Roma, Torino e Milano. É stato presente nei cartelloni sinfonici e lirici dei più importanti teatri italiani e stranieri (Europa, USA, Canada, Asia). Vive a Rovereto con la moglie Antonella Raffaelli, violinista roveretana, che gli ha dato l’amatissimo figlio Gian Paolo. GIAN PAOLO PELOSO, violino É considerato uno dei migliori violinisti italiani. Ha studiato con alcuni dei più grandi pedagoghi del 20 ° secolo, tra cui il leggendario Ruggiero Ricci, Ivry Gitlis, Igor Ozim, Pierre Amoyal e Viktor Pikaisen. Ha debuttato all'età di dieci anni sotto la direzione del compositore Luciano Berio e si è esibito come solista con orchestre, in recital e concerti di musica da camera in tutta Europa, in particolare al Kuhmo Chamber Music Festival in Finlandia, al Festival Martha Argerich in Svizzera, Carnegie Hall di New York, Music Concert Society di Milano, House of Music di Mosca, Sun Festival di Singapore, Archipel Festival di Ginevra e Festival di Cannes in Francia. Ha registrato per la National Suisse Radio; è stato in tournée con la Camerata de Lausanne e ha suonato musica da camera con Sofia Gubaidulina, Mark Lubotsky, Pierre Amoyal e Bruno Canino. È stato nominato professore di violino presso il Conservatorio di musica di Neuchâtel, in Svizzera, e ha tenuto corsi di perfezionamento in Europa, Stati Uniti e Asia. Suona un violino Car