PROGETTO GALILEO. L' ORDINE DELL' OCCHIO.

MUSICA
Benvenuti sul nuovo BOXOL.IT
PROGETTO GALILEO. L' ORDINE DELL' OCCHIO.

Uno spettacolo interdisciplinare di musica antica, elettronica, narrazione e videoart ispirato a Galileo Galilei « … non ammireremmo noi un musico, il quale cantando e rappresentandoci le querele e le passioni d’un amante ci muovesse a compassionarlo, molto più che se piangendo ciò facesse? … E molto più lo ammireremmo, se tacendo, col solo strumento, con crudezze et accenti patetici musicali, ciò facesse… » Galileo – Lettera a Lodovico Cardi, giugno 1612, Opere, vol. XI L’ordine dell’occhio al cielo è un progetto performativo ispirato alla figura di Galileo Galilei attraverso uno spettacolo di musica antica | elettronica | narrazione e video-arte. Il nostro obiettivo è dare una prospettiva nuova dell’uomo Galileo, non solo scienziato geniale e padre del pensiero moderno europeo, ma anche abilissimo musicista, figlio di quel Vincenzo Galilei, celebre teorico, trattatista e compositore, che insieme ai membri della Camerata Fiorentina contribuì alla nascita del nuovo stile monodico e allo sviluppo dell’acustica musicale. Galileo si trova in mezzo a queste due rivoluzioni: quella scientifica in senso stretto e quella musicale. L’una e l’altra sono inseparabili nella vita di Galileo, e noi vogliamo raccontare proprio questo: come la scienza e la musica non siano altro per Galileo che la stessa voce di quel “grande libro della natura” che è l’universo, esplorato – grazie anche all’insegnamento del padre – attraverso l’osservazione, la sperimentazione e il ragionamento. Lo spettacolo si snoda in 13 capitoli. Ogni capitolo è introdotto da un testo voice over seguito dalle immagini che si fondono con il brano musicale corrispondente. NON sarà possibile utilizzare i voucher da un' ora prima dello spettacolo in programma. Si ricorda infine che l’ingresso al teatro seguirà le vigenti procedure anti Covid-19, con l’utilizzo obbligatorio della mascherina anche durante la visione dello spettacolo.

Visita il sito del Centro Servizi Culturali Santa Chiara